BIOGRAFIA

"Alle volte basta un poco di poesia..."
Il mio viaggio cominciò da lì... in quel pomeriggio d'estate... tra i sentieri semi deserti dell'entroterra ligure...
Percorrevo la strada che da Finale Ligure sale verso Le Manie... fino a che incontrai un luogo sul mio cammino che mi convinse a fermarmi...era una chiesa, o meglio, un tempo lo era stata... adesso ospitava un'osteria...
Un edificio in pietra inserito in un paesaggio naturale tipico del posto... con i colori, i profumi ed i rumori inconfondibili di quell'angolo di terra...
Mi sedetti nel cortile... sotto il pergolato che ricopriva l’area esterna dell’ex sagrato ... e subito apparve un giovanotto che venne verso di me con un fiasco di vino ed un bicchiere. Si muoveva goffamente e con la testa ricurva da una parte... mi chiese "vuole qualcosa?"... erano le tre del pomeriggio... avevo mangiato da poco... ma accettai comunque l'invito del simpatico e giovane oste e chiesi cosa ci fosse da assaggiare... "Solo pane e salame" rispose... così feci di sì col capo e dopo qualche minuto arrivarono sul mio tavolo un cesto di pane, un salame già cominciato, un tagliere ed un coltello. "Ne mangi quanto ne vuole... intanto il costo non cambia"... così presi a gustare quel semplice spuntino e mi rilassai.
Ecco... qui nacque il mio primo testo... che poi divenne il primo brano: "Ali per volare"...
Credo di aver scritto un centinaio di "pseudo-poesie" con l'intento di trasformarle successivamente in opere musicali, o comunque, in qualcosa del genere.. In realtà solo una decina sono rimaste degne di quel titolo... le altre hanno finito per creare altra carta.
La Liguria è stata una terra importante per me, per la mia passione per la musica e per il canto... ma non solo.
E' lì che ho passato tante estati da bambino... è lì che ho partecipato alla mia prima gara canora. E' lì che ho scritto i miei tre primi brani... ed è lì che ho conosciuto la donna che oggi è mia moglie... per la quale ho scritto "Pelle di luna".
...A tutti quelli che leggeranno e visiteranno queste pagine... spero di trasmettere loro i messaggi e l'atmosfera che ho voluto racchiudere nel mio modo di essere cantautore e interprete delle opere del Maestro Claudio Baglioni...

La nascita

Cantautore, nato a Crema (CR) il 10 Febbraio 1972. Si appassiona al canto già da bambino, all'età di 5 anni, passando intere giornate ad ascoltare la collezione di dischi 45 giri della zia: Adriano Celentano, Bobby Solo, Don Backy, Gianni Morandi e le canzoni degli anni '60. Studia pianoforte con il Maestro Fausto Polloni di Vaiano Cremasco dal 1980 al 1983. Nel 1985, grazie ad un'amica che gli presta il doppio 33 giri Alé-oó, impara a conoscere la musica di Claudio Baglioni e resta affascinato dal suo timbro vocale, dai testi e anche dal modo con cui interpreta e dà significato alle sue canzoni. Inizia così a collezionare tutti gli album del cantautore romano, scoprendo un mondo di musica e parole che disegnano un racconto preciso per ogni LP. "Questo Piccolo Grande Amore" ne è l'emblema: un album che racconta di una storia d'amore dalla nascita all'epilogo, con intermezzi e collegamenti fra i brani che assumono le caratteristiche di un musical o addirittura di un film. Anche Eros Ramazzotti

accompagna un periodo importante della vita artistica di Igor Minerva. Nei concorsi canori che si succedono, infatti, vengono spesso proposti i brani di Eros, decisamente più commerciali e più adatti a ricevere il consenso del pubblico e della critica. Negli anni '90 inizia a scrivere alcuni testi e alcune musiche che però non lo soddisfano pienamente, tant'è che non vengono depositate alla SIAE e nemmeno proposte al pubblico. Il suo stile ripercorre le orme baglioniane, con testi ricchi di significato e che si prestano a diverse interpretazioni, con musiche e sonorità avvolgenti. E si arriva così al 1999...l'anno di MOMENTI DI GLORIA e l'inizio delle serate-tributo a CLAUDIO BAGLIONI...

1985

LA PRIMA ESPERIENZA TELEVISIVA. Il Comune di Milano consegna ogni anno lo storico "Ambrogino d'oro", l'onorificenza conferita alle persone che si sono distinte in qualche ambito durante l'anno in corso. Ogni anno organizza quindi una gara canora internazionale, che si svolge in tutta Europa con la finale nella Città di Milano, per assegnare il prestigioso premio al miglior giovane cantante o gruppo. In quell'anno Igor si partecipò alle selezioni, che prevedevano la scelta dei 18 concorrenti che avrebbero avuto accesso alle fasi finali che si sarebbero svolte al Palalido di Milano a Dicembre. Gli iscritti furono oltre 800. Igor si presentò all'audizione deciso a portare il brano "La vita è adesso" di Claudio Baglioni. La sala era predisposta con un microfono al centro, un tastierista che avrebbe accompagnato i candidati e una giuria di discografici, scelta dal consiglio comunale di Milano. Quando arrivò il suo turno, il maestro chiese a Igor lo spartito musicale della canzone, in quanto non conosceva a memoria il brano. Igor non aveva nulla con se e la giuria chiese per quale motivo si fosse presentato sprovvisto di quell'essenziale documento. Igor rispose: "Perché mi accompagnerò io"... e così fece, passando la selezione e accedendo alla fase finale, cantando il brano FIGLI SIAMO NOI, scritto e prodotto da Reitano, insieme agli altri componenti de IL GRUPPO. La gara fu trasmessa in EUROVISIONE su RAIDUE.

1987/90

Partecipa a concorsi canori nazionali, ottenendo sempre buoni piazzamenti e spesso vincendo il premio della critica. Si fanno avanti diversi produttori e case discografiche, con i quali inizia diversi lavori, che però non verranno mai portati a termine. Viene spesso invitato a trasmissioni televisive locali.

1991 

Inizia la carriera live di Igor Minerva. Grazie all'incoraggiamento e ai consigli dell'amico, Maestro e cantautore Michelangelo Nichetti, Igor comincia ad esibirsi nei locali della sua zona, accompagnandosi al pianoforte e riscuotendo un enorme successo. Le serate si moltiplicano e la musica diventa l'attività lavorativa principale.

1993 

Viene selezionato per partecipare alla trasmissione televisiva KARAOKE, condotta da Fiorello su ITALIA 1, esibendosi con il brano MISTERO di Enrico Ruggeri nella puntata realizzata nella piazza di Busto Arsizio.

1999 

Dopo il tentativo di partecipare alla trasmissione RE PER UNA NOTTE come interprete di Claudio Baglioni, che non andò a buon fine, decide di riprovarci grazie alla decisione di CANALE 5 di recepire un format televisivo internazionale intitolato MOMENTI DI GLORIA. Questo "momento" decreta l'inizio della carriera di Igor come interprete delle canzoni di Baglioni. Viene invitato in tutta Italia per partecipare come ospite a serate di gala, eventi di piazza, matrimoni e anche per esibirsi in veri e propri concerti come sosia vocale di Claudio Baglioni.

2002

Viene selezionato per partecipare alla trasmissione televisiva Sì Sì è Proprio Lui!, condotta da Luisa Corna su RAIUNO, consistente nel campionato nazionale degli imitatori. Raggiunge le fasi finali superando una selezione con oltre 4000 candidati ed arrivando tra i primi 10 migliori imitatori italiani. Oltre a Claudio Baglioni, infatti, Igor sa imitare altri cantanti, da Eros Ramazzotti a Vasco Rossi, da Riccardo Cocciante a Renazo Zero, e molti altri.

dal 2001

Iniziano i concerti-tributo a Claudio Baglioni, dapprima nei teatri e successivamente nelle piazze e nei locali di tutta Italia. Nel 2014 nasce la band Notte di Note, formata da 6 musicisti, che accompagna Igor nei concerti del NORD ITALIA. Nel 2018 inizia anche l'avventura con la band Alè-oò, formata da 4 musicisti e 4 ballerine, che accompagna Igor nei concerti del CENTRO-SUD ITALIA.

© 2017 by IGOR MINERVA

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now